Home - opinioni-blog - La Perdita dell’udito: non Soffrire in Silenzio

La Perdita dell’udito: non Soffrire in Silenzio

Posted on novembre 5, 2018 in opinioni-blog

La Perdita dell'udito: non Soffrire in SilenzioSe si hanno problemi di udito conversazioni, miss dialogo al cinema, ritrovi incrementare il volume sul tuo telefono cellulare o sabbiatura la TV o semplicemente tendono a dire “che cosa?” o “eh?” molti—si può già sapere (o sospetta) che si dispone di perdita dell’udito. Secondo il CDC, quasi il 20% degli adulti di età da 40 a 69, e il 43% di quelli sopra i 70 anni, hanno un certo grado di perdita dell’udito, attribuito all’invecchiamento (presbycusis), a lungo termine dell’esposizione a rumore, o, meno frequentemente, infortuni, malattie congenite o altre condizioni. Età-correlate perdita di udito inizia in genere con una perdita di capacità di sentire i suoni ad alta frequenza e può essere accompagnato da tinnito (ronzio nelle orecchie).

Eppure la maggior parte delle persone resistere indossa un apparecchio acustico, spesso a causa di inconsapevolezza (la perdita di solito è di qualità molto graduale), la negazione del problema, l’alto costo dei dispositivi (tipicamente 2.500 dollari o più, di cui non più di assicurazione o Medicare), o lo stigma associato con loro. Si stima che tra le persone oltre i 50 anni, con la perdita dell’udito negli stati UNITI, solo uno su sette uso di apparecchi acustici.

Perché il trattamento è fondamentale

La perdita dell’udito è spesso visto come una insignificante parte di invecchiamento. Ma non è solo un “orecchio problema.” Gli studi hanno collegato significativo da ipoacusia profonda, fisica, psicologica e sociale, tra cui l’isolamento, la solitudine, la depressione, l’ansia, cadute e altri incidenti, e aumento del tasso di mortalità. Si può prendere il suo pedaggio sulle relazioni e la qualità complessiva della vita ludit.it. Ed è associata con accelerato il declino cognitivo e la demenza. Un ampio studio nel Journal of the American Geriatrics Society (JAGS) nel 2015, per esempio, ha trovato che le persone con perdita dell’udito avevano più bassi livelli di funzionamento cognitivo sia al basale e oltre 25 anni di follow-up, rispetto a quelli senza, perdita dell’udito, indipendente da fattori quali l’età e l’istruzione.

Qual è la connessione tra la perdita dell’udito e problemi di cognizione? Una teoria implica carico cognitivo, in cui la perdita dell’udito compromesso processi cognitivi, quali la memoria di lavoro, perché molto più sforzo è necessario per elaborare informazioni uditive. La perdita dell’udito può anche aumentare l’isolamento sociale, che è un fattore di rischio per il declino cognitivo e la demenza, presumibilmente a causa della ridotta stimolazione. Anche se qualcuno con la perdita dell’udito mantiene connessioni sociali, non essendo in grado di sentire bene può portare a sentimenti di isolamento. E ‘ anche possibile che la perdita di udito il declino cognitivo e la condivisione di alcuni meccanismi fisiologici sottostanti, che potrebbe compromettere entrambi allo stesso tempo.

Non trattare la perdita di udito di mitigazione degli effetti negativi?

Non trattare la perdita di udito di mitigazione degli effetti negativi?Che non è stato ben studiato, ma alcune ricerche suggeriscono che indossa un apparecchio acustico ha benefici che vanno ben oltre il solo sentire meglio, compresi i miglioramenti nelle interazioni sociali, riduzione della depressione, e una migliore salute generale. Secondo un sondaggio di diverse migliaia di persone con perdita dell’udito e delle loro famiglie, condotto dal Consiglio Nazionale su Invecchiamento, apparecchi acustici miglioramento delle relazioni e della vita sociale, senso di sicurezza e di indipendenza, la salute fisica, la capacità di giocare sport, soddisfazione sessuale, e di più. Una precedente analisi di 16 studi, pubblicati nel Journal of American Academy of Audiology, constatato che gli apparecchi acustici migliorata relativi alla salute qualità della vita“, riducendo psicologici, sociali, e gli effetti emotivi” di perdita dell’udito.

Miglioramento dell’udito può anche aiutare a cognitivamente. Nel JAGS di studio di cui sopra, le persone con perdita dell’udito che indossava apparecchi acustici avuto meno il declino cognitivo negli anni rispetto a chi non utilizza i dispositivi e i tassi di declino simili a quelli senza problemi di udito. E nel 2016 studio di 100 persone in età da 80 a 99) con la perdita dell’udito, in American Journal of Geriatric Psychiatry, coloro che hanno utilizzato un apparecchio acustico fatto di meglio cognitive test di screening rispetto ai non-utenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *